CASE VACANZA AFFITTI VENDITE STIAMO CERCANDO

Morciano di LeucaCampagna

cod #589

Antico ritrovo

mq 10000
€ 45.000
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile

Sono un terreno che si trova tra il Comune di Morciano di Leuca e la sua marina di Torre Vado, sono circondato da distese verdi di antichi ulivi e di ricca vegetazione. Qui l’atmosfera è tranquilla e genuina anche se sono a soli pochi chilometri dalla ricchezza storica e artistica del centro storico del mio Comune e da splendide spiagge.
Il centro storico del mio Comune è caratterizzato da piccoli vicoli e dai colori caratteristici del basso Salento ed è dominato dall’imponente castello, un’opera voluta e fatta costruire da Gualtiero VI di Brienne, signore della Terra di Morciano dal 1335. Il borgo del Comune ha inoltre una storia strettamente legata al territorio e alla sua produzione tanto che, attraverso le lastre di vetro della piazza, si possono ammirare il frantoio ipogeo e le fosse granarie. L’identità del mio Comune è racchiusa anche nelle sue due frazioni: quella di Barbarano del Capo, conosciuto come Leuca Piccola per la presenza dell’esatta riproduzione della basilica di Leuca e la splendida marina di Torre Vado che conta poco più di 100 abitanti ma che nei mesi estivi diventa il cuore pulsante del turismo nella zona del Sud Salento grazie alle sue incantevoli località marine che dispongono di spiagge immacolate e di punti rocciosi.
In questa contesto vario e autentico, in “Via Pozzo Pasulo” che collega Morciano a Torre Vado, mi trovo io che sono un terreno che copre una superficie di 1 ettaro. Ospito da svariati anni diversi alberi d'ulivo secolari ed una liama con fornetto, che pare sia stata costruita nel 1922. Offro la possibilità di poter restaurare la liama e di edificare fino a 90 mq circa per essere sfruttato al meglio. Come se non bastasse godo di vista mare nonostante disti dalla prima marina 2,5 km.
Sono il terreno “Antico ritrovo” e mi trovo a metà strada tra il mare e un antico borgo, immerso nel verde.


Chiedi informazioni

Posizione


Localizzazione

ComuneMorciano di Leuca
Frazione
Località

Distanze

costa est3.3 km
costa ovest0 km
centro storico2.1 km

Esposizione

Sudno
Estno
Ovestno
Nordno

Caratteristiche Generali



categoriaTerreno con volumetria
anno costruzione0
garagePostoAuto
stato strutturaDa Restaurare
piano
classe energeticaG

Caratteristiche Interne



volte tradizionaliSi
caminono
n° bagni0
superficie interna0 mq
n° camere0
n° vani0

Caratteristiche Esterne



Livelloterrazzato
piscinano
poss. piscinano
giardinoPrivato
superificie giardino0 mq
terrazzi mq
portici0 mq
veranda0 mq
area solareno

Peculiarità



poss. ampliamentono

Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















immagine immagine immagine immagine immagine
MORCIANO
Sono il Comune di Morciano di Leuca, una caratteristica realtà del lembo meridionale della penisola salentina. Nel mio territorio, ricco di storia e di bellezze naturali, rientrano la frazione di Barbarano del Capo e la marina di Torre Vado.
Diverse sono le origini che la tradizione offre per il mio nome tra cui il termine latino murex che rimanda al terreno di natura rocciosa e collinare sul quale sorgo. Le mie origini, come tutta l’area della provincia, sono molto antiche e risalgono alla preistoria in quanto l’intera zona è stata interessata da insediamenti umani sin dal periodo paleolitico. Nell’età messapica e romana invece sul mio territorio sorgevano numerose fattorie e diverse ville rustiche romane che ricadevano nell’area di influenza dell’antico municipium di Vereto. Nelle età successive, come quella bizantina ho conosciuto una notevole fioritura economica grazie alla produzione di olio di oliva che lascia tutt’ora traccia nei frantoi ipogei scavati nella roccia che si trovano nel mio centro storico. In età angioina poi, nel XIV secolo fu eretto un imponente castello a difesa dei miei abitanti a causa delle frequenti minacce dei turchi che sbarcavano sulla costa. In età successive il mio feudo fu amministrato da diverse nobili famiglie che contribuirono a impreziosire le mie strade, a erigere palazzi e monumenti che tutt’ora testimoniano il lustro dei secoli passati. Come si può intuire la mia anima racchiude le tradizioni, la storia e la cultura di tanti popoli diversi, di varie mentalità e di stili che donano caratteri del tutto particolari e riconoscibili ai miei vicoli che custodiscono opere artistiche e storiche di elevato valore come il già citato castello Valentini fatto erigere da Gualtiero VI di Brienne che rappresenta una fortezza imponente con alte mura merlate con un poderoso torrione circolare. Vicino ad esso sorge l’antica Chiesa Madre dedicata a San Giovanni Elemosiniere e la colonna con la statua dedicata al Santo Patrono. A pochi passi si trova poi Palazzo Strafella che custodisce antichi affreschi nella sala dell’ex Convento dei Carmelitani.
È tra queste bellezze che scorre serena la vita dei miei cittadini che si anima, così come le strade qui intorno, soprattutto nel periodo estivo quando si organizzano importanti eventi come la festa patronale di San Giovanni Elemosiniere e la Sagra De Li Diavulicchi. In questi momenti di convivialità è possibile godere dei sapori, dei suoni e dei colori della nostra tradizione. Un altro evento molto sentito dai miei abitanti è la fiera del primo maggio (Fiera di Santa Maria di Leuca del Belvedere) che si tiene ogni anno a Barbarano del Capo, una frazione tanto piccola quanto ricca di bellezze come l’antico complesso chiamato Leuca piccola che comprende la chiesetta di Santa Maria di Leuca del Belvedere e altre strutture che furono fatte costruire tra il 1685 e il 1709 per venire incontro ai fedeli in pellegrinaggio verso Leuca.
Lo scenario cambia completamente se ci si sposta verso la mia marina di Torre Vado, dove l’acqua cristallina del mar Ionio incontra caratteristici punti rocciosi. La vita della marina è allietata dal lungomare che nella bella stagione si popola di eventi, mercati e concerti, dalle sorgenti di acqua dolce e dal porto che ospita una torre d’avvistamento fatta costruire nel XVI secolo per difendere il territorio salentino dalle invasioni dei pirati saraceni.




#589