CASE VACANZA VENDITE STIAMO CERCANDO

Palmariggiborgo entroterra

cod #792

ARMONIA

trilocale - mq 110 - piano terra
terrazzo
€ 150.000
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile
<
>
Sorgo a Palmariggi, uno splendido comune dell’entroterra Salentino ricco di storia, tradizioni e di piacevoli scenari che aspettano di essere ammirati. Il mio Comune sorge nel cuore della Serra di Montevergine ed è per questo immerso in una natura rigogliosa e genuina, circondato da pinete e uliveti secolari. Se penso alle bellezze di questi luoghi ho l’imbarazzo della scelta perché potrei parlare e descrivere senza sosta la varietà e la ricchezza culturale, artistica e naturale che essi offrono. Palmariggi si trova infatti vicino alla splendida Otranto e per questo motivo nel raggio di pochi chilometri ci si può imbattere in splendidi borghi con edifici ricchi di storia, in caratteristiche campagne del sud Salento e in uno splendido mare, il mar Adriatico.
I vicoli e gli edifici del mio paese sono ricchi di storia, esso infatti fu frequentato sin dall'età del bronzo, come testimoniano i menhir e dolmen presenti nel territorio ma si sviluppò come nucleo abitato solo nel Medioevo. Nel suo centro si trovano splendide costruzioni che contribuiscono a rendere l’atmosfera suggestiva e affascinate, fra questi troviamo: la Chiesa Matrice dedicata a San Luca che sorge sulle fondamenta di un edificio medievale: la Cappella della Madonna del Monte che è una piccola costruzione rupestre edificata nel XVI secolo caratterizzata esternamente da un piccolo campanile a vela, è intitolata alla Madonna di Costantinopoli il cui affresco è custodito all'interno; la Torre dell’Orologio e il Castello Aragonese risalente al Quattrocento. Fuori dall’abitato si trova invece un santuario che secondo la tradizione fu fatto edificare da un pastorello in onore della Madonna che gli apparve e gli indicò il punto dove avrebbe trovato la cripta bizantina. Da qui, ancora oggi, partono i primi passi della Via Crucis che si affaccia sulle splendide distese di ulivi e giunge fino al mare.
E così tra le bellezze di questo Comune mi trovo io, una casa nel borgo che si estende per 110 mq circa con soppalco.
Mi trovo in via Montegrappa, nel cuore di Palmariggi, in una posizione che mi permette di essere a pochi passi da tutti i servizi e dalle bellezze del mio paese. I miei interni, tutti dotati di tipiche volte a stella si articolano in: una cucina affiancata da una graziosa sala da pranzo, un salottino, un bagno e una camera da letto soppalcata. A darmi una marcia in più è il mio terrazzo che accortamente arredato mi fornisce di una zona all’aperto che offre a me e ai miei ospiti una vista spettacolare su tutto il territorio circostante.
Sono la casa nel borgo “L’Armonia” e vivo immersa in un paese ricco di tradizioni, storia e scenari suggestivi che continuano ad incantarmi e ad allietare le mie giornate giorno per giorno.

Chiedi informazioni

Dotazioni


posto auto no
posti letto base
posti letto max
accesso disabili no
bbq
vasca idromassaggio
piscina
doccia esterna
aria condizionata
zanzariere no
lavatrice
lavastoviglie
asciugatrice
microonde no
asciugacapelli no
tv
internet
animali
recinzione animali
fumare in casa no
biancheria cucina no
biancheria letto no
biancheria bagno no

Distanze


spiaggia attrezzata
spiaggia libera
porto turistico
alimentari
bar
ristorante
farmacia
edicola
chiesa
guardia medica
stazione ferrovie locali
stazione FS
fermata autolinee
aeroporto
S.Maria Di Leuca
Otranto
Gallipoli
Lecce
Informazioni

DalAlPrezzo
23 novembre 07 dicembre Non Disponibile
07 dicembre 14 dicembre Non Disponibile
14 dicembre 21 dicembre Non Disponibile
21 dicembre 28 dicembre Non Disponibile
28 dicembre 06 gennaio Non Disponibile
06 gennaio 22 febbraio Non Disponibile
22 febbraio 29 febbraio Non Disponibile
29 febbraio 11 aprile Non Disponibile
11 aprile 18 aprile Non Disponibile
18 aprile 26 aprile Non Disponibile
26 aprile 02 maggio Non Disponibile
02 maggio 30 maggio Non Disponibile
30 maggio 06 giugno Non Disponibile
06 giugno 13 giugno Non Disponibile
13 giugno 20 giugno Non Disponibile
20 giugno 27 giugno Non Disponibile
27 giugno 04 luglio Non Disponibile
04 luglio 11 luglio Non Disponibile
11 luglio 18 luglio Non Disponibile
18 luglio 25 luglio Non Disponibile
25 luglio 01 agosto Non Disponibile
01 agosto 08 agosto Non Disponibile
08 agosto 15 agosto Non Disponibile
15 agosto 22 agosto Non Disponibile
22 agosto 29 agosto Non Disponibile
29 agosto 05 settembre Non Disponibile
05 settembre 12 settembre Non Disponibile
12 settembre 19 settembre Non Disponibile
19 settembre 26 settembre Non Disponibile
26 settembre 03 ottobre Non Disponibile
03 ottobre 31 ottobre Non Disponibile
31 ottobre 07 novembre Non Disponibile
07 novembre 05 dicembre Non Disponibile
05 dicembre 12 dicembre Non Disponibile
12 dicembre 19 dicembre Non Disponibile
19 dicembre 26 dicembre Non Disponibile
26 dicembre 02 gennaio Non Disponibile
02 gennaio 09 gennaio Non Disponibile


Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















Palmariggi è un piccolo comune della provincia di Lecce che sorge nel cuore della Serra di Montevergine, esso è circondato da pinete, da ulivi e dalla macchia mediterranea a pochi chilometri dal mare di Otranto. Palmariggi nacque infatti come baluardo difensivo della città limitrofa e il suo nome è legato all'evento prodigioso avvenuto secondo la tradizione dopo la presa di Otranto da parte dei turchi. Gli abitanti del casale di San Nicola invocarono la protezione della Madonna che comparve impugnando una palma, e con al seguito un esercito. I turchi, temendo che stesse per sopraggiungere l'esercito guidato dal duca Alfonso d'Aragona, si allontanarono e la popolazione fu salva. A ricordo dell'avvenimento l'abitato mutò il nome in Palmarice, poi Palmaricce ed infine Palmariggi, che vuol significare "Tu che reggi la palma", in onore della Madonna. Testimonianze storiche come menhir e dolmen dimostrano che il territorio era frequentato sin dall'età del bronzo mentre si sviluppò come nucleo abitato solo nel Medioevo. Il suo cuore storico offre ai visitatori edifici di grande bellezza, come la Chiesa Matrice dedicata a San Luca che sorge sulle fondamenta di un edificio medievale ricostruito una prima volta tra il 1564 e il 1569 e poi demolita e riedificata nel 1783; la Cappella della Madonna del Monte che è una piccola costruzione rupestre edificata nel XVI secolo caratterizzata esternamente da un piccolo campanile a vela, è intitolata alla Madonna di Costantinopoli il cui affresco è custodito all'interno; la Torre dell’Orologio e il Castello Aragonese risalente al Quattrocento. Ma è fuori dall’abitato che si tramanda la storia che ancora oggi è motivo di pellegrinaggi: qui sorge, sull’altura di Montevergine la Chiesa di Maria Santissima della Palma, un santuario che, narra la tradizione, fu fatto edificare da un pastorello in onore della Madonna che gli apparve e gli indicò il punto dove avrebbe trovato la cripta bizantina. Da qui, ancora oggi, partono i primi passi della Via Crucis che si affaccia sulle splendide distese di ulivi e giunge fino al mare. Palmariggi oltre alla sua ricca storia offre una natura incontaminata e genuina. Caratteristiche sono le distese di ulivi e le campagne della macchia mediterranea che ne danno il tipico aspetto di un villaggio immerso nel paesaggio salentino. Palmariggi è anche il Comune del melograno, perché tutti i suoi abitanti hanno in giardino una pianta di melograno. Il Comune si trova a pochi chilometri dalla suggestiva Otranto e dal mar Adriatico con le sue coste che donano spettacoli indescrivibili grazie alle acque cristalline. Il territorio è inoltre conosciuto per l’importanza delle sue tradizioni e per le bellezze dei suoi sapori, dei suoi colori e dei suoi scenari.




#792