CASE VACANZA AFFITTI VENDITE STIAMO CERCANDO

CorsanoBorgo Entroterra

cod #720

Rondinelle

4 vani - mq 100
€ 70.000
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile


Sono la casa “Rondinelle”, un’antica casa indipendente che si trova in un Comune ricco di storie da raccontare e da vivere che risalgono a periodi storici anche lontani: il Comune di Corsano. Il mio paese rappresenta una realtà caratteristica del Salento che racchiude l’anima e l’essenza di questa terra e della sua gente. Il territorio è stato spettatore nel corso degli anni del passaggio di diversi popoli e culture e proprio per questo motivo oggi racchiude in sé un animo tanto variegato grazie al quale rientra nel Consorzio Intercomunale Capo Santa Maria di Leuca aderente al club dei borghi autentici d'Italia. Il centro antico del mio paese racconta infatti storie molto lontane nel tempo testimoniate da numerosi ritrovamenti di monete e tombe dell’epoca romana presso la zona “Pesco”. L’origine del paese è da ricondurre intorni all’anno 1000 con la colonizzazione bizantina, quando giunsero dall’Impero Romano d’Oriente soldati e intere famiglie che portarono la loro cultura. Alcuni riti greci infatti sono sopravvissuti fino ad oggi, non è un caso che il paese abbia come protettori due Santi tipicamente orientali: San Biagio e Santa Sofia.
L’anima antica del paese si manifesta nel suo borgo ricco di tipiche stradine e vicoli che si incontrano e che si trasformano in sentieri che attraversano le campagne e scendono al mare. Proprio attraverso questi sentieri un tempo gli abitanti del paese a piedi nudi andavano a raccogliere il sale marino.
Ma a rendere il mio paese ancor più bello contribuiscono anche le sue architetture tra cui la chiesa di Santa Sofia che fu ricostruita nel 1939 sulle rovine dell'omonima chiesa risalente al XVI secolo; la chiesa di San Biagio che è l'attuale chiesa parrocchiale dedicata al protettore del Comune risalente al 1967; l’umile chiesa di Santa Maura che si trova in aperta campagna sulla strada che da Corsano conduce alla splendida Marina di Novaglie. L'edificio originario fu costruito intorno all'XI secolo ed era probabilmente una chiesa rupestre, su cui fu poi innalzato un tempio più grande, tuttora ogni anno, il 1º maggio, nel piazzale della chiesa si svolge una tradizionale fiera che riunisce gli abitanti di Corsano e dei paesi limitrofi. A soli pochi passi si trovano le magnifiche scogliere di Novaglie che si aprono verso un’acqua cristallina e incontaminata.
In questa realtà sospesa tra storia e mare, nel cuore del Comune di Corsano, sorgo io che sono un’antica casa indipendente di 100 mq circa, dispongo di 4 vani con tipiche volte a botte, di due antichi camini e di un giardino di circa 50 mq in cui immergersi nel verde, tramite una scala si accede al terrazzo di pertinenza da cui si può godere di un panorama sul territorio circostante.
Sono la casa “Rondinelle” e ho la fortuna di sorgere in un Comune che sa come sorprendermi mentre attendo di ritornare a splendere come un tempo.


Chiedi informazioni

Posizione


Localizzazione

ComuneCorsano
Frazione
Località

Distanze

costa est3.6 km
costa ovest0 km
centro storico0.4 km

Esposizione

Sudno
Estno
Ovestno
Nordno

Caratteristiche Generali



categoriaDimora Storica
anno costruzione0
garageNo
stato strutturaDa Ristrutturare
piano
classe energeticaG

Caratteristiche Interne



volte tradizionaliSi
caminoSi
n° bagni0
superficie interna100 mq
n° camere0
n° vani4

Caratteristiche Esterne



Livelloterrazzato
piscinano
poss. piscinano
giardinoPrivato
superificie giardino0 mq
terrazzi mq
portici0 mq
veranda0 mq
area solareSi

Peculiarità



poss. ampliamentono

Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine
Sorgo nel Basso Salento, in una zona che ospita antichi borghi e ampie campagne che portano fino a litorali incantati ricchi di punti rocciosi e di insenature naturali. Probabilmente proprio per le bellezze che mi compongono la gente del posto fa risalire il mio nome alle parole Cor e Sano, in realtà però alcuni studi storici lo collegano al nome latino del centurione romano Cortius al quale fu affidato il territorio in seguito alla conquista romana.
Nei secoli mi hanno popolato diverse popolazioni che ricordo bene anche se è passato molto tempo, la fondazione del mio centro infatti risale al V a.C. secolo e cioè durante l'occupazione romana mentre il primo vero nucleo abitativo risale al X secolo sotto la dominazione bizantina. Delle tradizioni e delle credenze che sono passate da qui reco ancora traccia non solo nella memoria ma anche attraverso resti materiali che sono stati rinvenuti come alcune monete e tombe nella zona denominata "Pesco" o luoghi di culto dedicati a San Biagio e Santa Sofia che sono stati portati dai monaci basiliani e che sono tutt’ora i miei patroni. Le Chiese ad essi dedicate testimoniano una fede molto antica, nella La chiesa di Santa Sofia che fu ricostruita nel 1939 sulle rovine dell'omonima chiesa risalente al XVI secolo sono custoditi vari dipinti e un pulpito ligneo del 1777; mentre nella Chiesa di San Biagio si possono ammirare le vetrate eseguite in occasione del Giubileo del 2000 e il prezioso lampadario centrale con foglie di ulivo in oro.
Passeggiare per le mie strade vuol dire fare un viaggio nel tempo attraverso un’alternanza di zone ricche di servizi e di intrattenimenti con scorci antichi in cui risaltano preziosi monumenti come il Castello Capece che risale al XVII secolo e che porta tracce di antiche decorazioni come alcuni resti di affreschi nei vani del piano nobile e alcuni bassorilievi situati nella sala del trono. Il Castello inoltre custodisce un’antica leggenda secondo la quale i feudatari Capece vi fecero costruire un percorso sotterraneo che portasse all'aperta campagna, si narra che il percorso dovesse rimanere così segreto che il barone fece uccidere il progettista e il costruttore dell'opera.
Le mie strade, che oltre a questi monumenti ne accolgono molti altri, spesso si aprono in ampie piazze che i miei concittadini popolano particolarmente durante dei periodi ben precisi che scandiscono il mio calendario, e cioè durante il carnevale che ogni anno vede una tradizionale sfilata di carri, la festa del Patrono San Biagio e anche la tipica e antica fiera di Santa Maura il primo maggio.
Il mio territorio tanto vario e interessante comprende una parte storica, una parte ricca di servizi ma anche ampie campagne che arrivano sino alla Marina di Novaglie e paesaggi suggestivi come la via del sale che comprende antichi sentieri che mi collegano con il mare e che in passato venivano percorsi dai miei paesani per trasportare il sale dal mare fino a qui. Tra questi sentieri è possibile ammirare muretti a secco, varie costruzioni contadine e immergersi in una natura incontaminata che porta dritta al paradiso.




#720