CASE VACANZA VENDITE STIAMO CERCANDO

Giuliano di Lecceborgo entroterra

cod #405

ARATRO

oltre - mq 200 - piano terra
giardino,cortile,terrazzo
€ 160.000
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile
<
>
Sono un antico palazzo che sorge a Giuliano, una piccola frazione dell’estremo sud della Puglia che insieme a Salignano e alla conosciutissima Santa Maria di Leuca fa parte del Comune di Castrignano del Capo. Il mio paese è una realtà ricca di storia e di arte che trovano espressione nei monumenti, nei menhir, nei frantoi, e nelle chiese antiche che si incontrano lungo le strade. Nel cuore di Giuliano un ruolo predominante per la sua bellezza occupa il feudale Castello edificato nei primi anni del XVI secolo nel cuore antico del paese, esso rappresenta una delle poche fortezze del Salento ad avere mantenuto l'originaria fisionomia intatta. Il fossato, ancora visibile, ospita un agrumeto mentre la struttura presenta i caratteri propri dell'architettura militare del Cinquecento. Oltre ai monumenti storici il mio paese si caratterizza soprattutto per le sue ampie distese di campagne e di ulivi secolari, stradine e vicoli facenti parte di antichi borghi e uno splendido mare che si incontrano a Santa Maria di Leuca a pochissimi chilometri da me. Qui storia e natura si intrecciano in una danza continua, ma il cuore del borgo è anche nella fede che esso rappresenta: a Santa Maria di Leuca, infatti, da sempre giungono i pellegrini diretti al Santuario della Madonna de Finibus Terrae, “ai confini della terra”, ultimo lembo di terra prima del mare. Insieme a questa splendida marina rientro nel Comune di Castrignano del Capo caratterizzato da una parte molto antica di origine medievale chiamata Borgo Terra che rappresenta la prima società rurale che abitò il borgo. Quella del mio Comune è una realtà suggestiva e si caratterizza per i suoi vicoli stretti, per le case bianche e i loro tipici balconi. Qui si trovano molti frantoi ipogei e alcuni edifici storici molto importanti come Palazzo Muzi, costruito tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo.
In una realtà così variegata a Giuliano in Via Corsica mi trovo io che sono un palazzo di 190 mq circa. I miei interni sono composti da nove vani caratterizzati da tipiche volte a stella. I miei esterni invece comprendono un giardino con un antico pozzo e un’area solare di pertinenza alla quale si accede tramite una scala interna. Conservo ancora l’originalità di un tempo e aspetto solo di poter recuperare il mio antico splendore.
Sono il palazzo “Aratro” e mi trovo immerso in una realtà ricca di storia e di cultura proprio come me.

Chiedi informazioni

Dotazioni


posto auto no
posti letto base
posti letto max
accesso disabili no
bbq
vasca idromassaggio
piscina
doccia esterna
aria condizionata
zanzariere no
lavatrice
lavastoviglie
asciugatrice
microonde no
asciugacapelli no
tv
internet
animali
recinzione animali
fumare in casa no
biancheria cucina no
biancheria letto no
biancheria bagno no

Distanze


spiaggia attrezzata
spiaggia libera
porto turistico
alimentari
bar
ristorante
farmacia
edicola
chiesa
guardia medica
stazione ferrovie locali
stazione FS
fermata autolinee
aeroporto
S.Maria Di Leuca
Otranto
Gallipoli
Lecce
Informazioni

DalAlPrezzo
31 ottobre 07 novembre Non Disponibile
07 novembre 05 dicembre Non Disponibile
05 dicembre 12 dicembre Non Disponibile
12 dicembre 19 dicembre Prenota
19 dicembre 26 dicembre Non Disponibile
26 dicembre 02 gennaio Non Disponibile
02 gennaio 09 gennaio Non Disponibile
09 gennaio 13 febbraio Non Disponibile
13 febbraio 20 febbraio Non Disponibile
20 febbraio 03 aprile Non Disponibile
03 aprile 10 aprile Non Disponibile
10 aprile 24 aprile Non Disponibile
24 aprile 01 maggio Non Disponibile
01 maggio 29 maggio Non Disponibile
29 maggio 05 giugno Non Disponibile
05 giugno 12 giugno Non Disponibile
12 giugno 19 giugno Non Disponibile
19 giugno 26 giugno Non Disponibile
26 giugno 03 luglio Non Disponibile
03 luglio 10 luglio Non Disponibile
10 luglio 17 luglio Non Disponibile
17 luglio 24 luglio Non Disponibile
24 luglio 31 luglio Non Disponibile
31 luglio 07 agosto Non Disponibile
07 agosto 14 agosto Non Disponibile
14 agosto 21 agosto Non Disponibile
21 agosto 28 agosto Non Disponibile
28 agosto 04 settembre Non Disponibile
04 settembre 11 settembre Non Disponibile
11 settembre 18 settembre Non Disponibile
18 settembre 25 settembre Non Disponibile
25 settembre 02 ottobre Non Disponibile
02 ottobre 30 ottobre Non Disponibile
30 ottobre 06 novembre Non Disponibile
06 novembre 04 dicembre Non Disponibile
04 dicembre 11 dicembre Non Disponibile
11 dicembre 18 dicembre Non Disponibile
18 dicembre 25 dicembre Non Disponibile
25 dicembre 01 gennaio Non Disponibile
01 gennaio 07 gennaio Non Disponibile


Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















Giuliano di Lecce è una frazione di Castrignano del Capo insieme a Salignano e Santa Maria Di Leuca, da cui dista circa 9 km.

Etimologicamente il nome deriva da "Julianus", centuriano romano comandante del territorio che, dopo la distruzione della Città Messapica di Vereto da parte dei Saraceni nel IX secolo, estese il suo controllo anche ai popoli vicini. Tuttavia, le origini romane del paese non sembrano convincere gli storici, in virtù di un Menhir, presente nel centro storico del borgo, che fa ricondurre i primi insediamenti umani nel paese al periodo neolitico. Significativa nel territorio fu altresì la presenza dei Normanni (X-XII secolo a.c); a partire da tale periodo infatti, Giuliano di Lecce iniziò a diventare un importante riferimento culturale: venne stanziato il primo reggimento comunale, più avanti nel tempo si fondò la Universitas Giuliano, luogo di importanti studi, e si iniziarono a costruire importanti strutture architettoniche, quali la Chiesa Madre di San Giovanni Crisostomo, la Chiesa di San Pietro Apostolo, la Laura basiliana, il Castello di Giuliano, costruito nel XVI secolo e oggi regnante imponente nel cuore del paese con i suoi archi e mura.

Le stradine di Giuliano sono rinomate inoltre per le numerose epigrafi e iscrizioni latine, riportanti motti e versi biblici. Una delle più evidenti si trova sulla porta di un frantoio ipogeo e cita: "Impiantato non per speranze di guadagno, ma di libertà nell'anno del signore 1789". Tale frantoio è situato nel cuore del paese e richiama le magiche e storiche lavorazioni sotterranee adibite ai mestieri della popolazione.

Ogni anno Giuliano di Lecce festeggia, oltre al patrono San Giovanni, un'antica ricorrenza denominata "la Madonna del Canneto", in cui viene celebrata la Madonna con preghiere e lumi per strada. Associata alla festa, si svolge anche la tradizionale fiera del paese che richiama le popolazioni limitrofe per la ridondante presenza di vari prodotti che vanno dall'artigianato, all'agricoltura, al tessile.




#405