CASE VACANZA AFFITTI VENDITE STIAMO CERCANDO

Matinoborgo entroterra

cod #185

LA PIZZICA 2

monolocale - mq 80 - piano terra
CLASSE ENERGETICA:C
NON DISPONIBILE
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile
<
>
Nel centro storico, immobile restaurato di recente è disponibile compreso di arredamento, complementi d'arredo e accessori. Il restauro è stato eseguito associando la qualità dei materiali alla sostenibilità, infatti, sono stati utilizzati materiali ad impatto zero, eco sostenibili e/o riciclati.
L'intero immobile si compone di due unità abitative adiacenti con veranda a loro uso esclusivo, all'interno della quali vi è una piccola area di pertinenza adibita a lavanderia.
La prima unità è un grande monolocale con angolo cottura, soppalco in legno che funge da camera da letto, ampio bagno con box doccia.
La seconda è dotata di cucina, camera con soppalco e ampio bagno con box doccia.
In entrambi gli appartamenti è presente l'aria condizionata.
L'intero immobile è caratterizzato dalla tipica architettura salentina e risale al 1600.

Chiedi informazioni

Dotazioni


posto auto no
posti letto base
posti letto max
accesso disabili no
bbq
vasca idromassaggio
piscina
doccia esterna
aria condizionata
zanzariere no
lavatrice
lavastoviglie
asciugatrice
microonde no
asciugacapelli no
tv
internet
animali
recinzione animali
fumare in casa no
biancheria cucina no
biancheria letto no
biancheria bagno no

Distanze


spiaggia attrezzata
spiaggia libera
porto turistico
alimentari
bar
ristorante
farmacia
edicola
chiesa
guardia medica
stazione ferrovie locali
stazione FS
fermata autolinee
aeroporto
S.Maria Di Leuca
Otranto
Gallipoli
Lecce
Informazioni

DalAlPrezzo
08 dicembre 15 dicembre Non Disponibile
15 dicembre 22 dicembre Non Disponibile
22 dicembre 29 dicembre Non Disponibile
29 dicembre 06 gennaio Non Disponibile
06 gennaio 02 febbraio Non Disponibile
02 febbraio 02 marzo Non Disponibile
02 marzo 09 marzo Non Disponibile
09 marzo 30 marzo Non Disponibile
30 marzo 06 aprile Non Disponibile
06 aprile 20 aprile Non Disponibile
20 aprile 27 aprile Non Disponibile
27 aprile 04 maggio Non Disponibile
04 maggio 01 giugno Non Disponibile
01 giugno 08 giugno Non Disponibile
08 giugno 15 giugno Non Disponibile
15 giugno 22 giugno Non Disponibile
22 giugno 29 giugno Non Disponibile
29 giugno 06 luglio Non Disponibile
06 luglio 13 luglio Non Disponibile
13 luglio 20 luglio Non Disponibile
20 luglio 27 luglio Non Disponibile
27 luglio 03 agosto Non Disponibile
03 agosto 10 agosto Non Disponibile
10 agosto 17 agosto Non Disponibile
17 agosto 24 agosto Non Disponibile
24 agosto 31 agosto Non Disponibile
31 agosto 07 settembre Non Disponibile
07 settembre 14 settembre Non Disponibile
14 settembre 21 settembre Non Disponibile
21 settembre 28 settembre Non Disponibile
28 settembre 26 agosto Non Disponibile


Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















Matino sorge sulle ultime propagini della Serre salentine a 75 m s.l.m. a 10 km dalla costa ionica e a 25 km dall'estrema punta della penisola salentina rappresentata dal Capo di Leuca. Il territorio, fortemente carsico, è privo di corsi d'acqua di superficie ma ricchissimo di corsi d'acqua sotterranei alimentati dalle cosiddette "Vore", inghiottitoi naturali delle acque pluvie situati in depressioni naturali del terreno.
Il comune, che si estende su una superficie di 26, 28 km², raggiunge i 38 m s.l.m. di altezza minima e i 172 m s.l.m. di altezza massima. La cittadina domina la vallata denominata di Taviano-Matino che rappresenta una delle zone più fertili del Salento. Le colture predominanti sono l'ulivo e la vite ma con ampi spazi dedicati ai seminativi e alle colture in serra, in special modo fiori. Molto frequenti sono le masserie, grandi costruzioni rurali che insistevano su ampi latifondi, frutto del notevole impulso dato alla produzione agricola nel periodo Borbone (1724-1860), ad oggi in disuso salvo qualche esempio di riutilizzazione in chiave agrituristica. Abbastanza diffusi sono anche i cosiddetti caseddhi, tipico esempio di edilizia rurale, derivante da antiche tecniche costruttive di provenienza magnogreca. Diffusissima l'edilizia rurale di tipo moderno a testimonianza di un attaccamento alla terra delle popolazioni locali e di un vivacissimo mercato agrituristico.
Il territorio del comune confina a nord con i comuni di Parabita e Collepasso, a est con il comune di Casarano, a sud con i comuni di Melissano e Taviano, a ovest con i comuni di Gallipoli e Alezio.




#185