CASE VACANZA AFFITTI VENDITE STIAMO CERCANDO

Barbarano del Capoborgo entroterra

cod #334

LEUCA PICCOLA

pentalocale - mq 19.500 - piano terra
CLASSE ENERGETICA:ESENTE
€ 65.000
Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile Immagine Immobile
<
>
La Posizione
Barbarano del Capo nasce dopo la caduta dell'antica città messapica di Vereto, questo straordinario evento ha originato anche altri insediamenti che oggi formano i territori abitati di Morciano di Leuca, Patù e Castrignano del Capo. Nel cuore della zona denominata "Capo Santa Maria di Leuca", la sua posizione permette di raggiungere il mare Ionio in poco tempo, precisamente la zona balneare più vicina, Torre Vado fa parte come Barbarano dei territori comunali di Morciano.
Famosa perchè attraversata anticamente dalla "Strada dei Pellegrini" presenta tra le sue caratteristiche la natura carsica del suo territorio dimostrato dalla presenza di due "Vore".
Il terreno si trova proprio nei pressi delle Vore e possiede un ampio fronte su strada.

La Descrizione
Il terreno ha una superficie di circa mq 10000 ed è delimitato con muretti a secco e altri confini naturali. Al suo interno c'è una zona di seminativo e un'altra con vari alberi d'ulivo di media e grande dimensione. Si presenta a forma di "L-capovolta".

Costi/Benefici
La posizione è la caratteristica principale perchè vicino al centro abitato e vicino alle spiagge. Potrebbe sviluppare la volumetria utile alla costruzione di una casa di circa mq 100.
Chiedi informazioni

Dotazioni


posto auto no
posti letto base
posti letto max
accesso disabili no
bbq
vasca idromassaggio
piscina
doccia esterna
aria condizionata
zanzariere no
lavatrice
lavastoviglie
asciugatrice
microonde no
asciugacapelli no
tv
internet
animali
recinzione animali
fumare in casa no
biancheria cucina no
biancheria letto no
biancheria bagno no

Distanze


spiaggia attrezzata
spiaggia libera
porto turistico
alimentari
bar
ristorante
farmacia
edicola
chiesa
guardia medica
stazione ferrovie locali
stazione FS
fermata autolinee
aeroporto
S.Maria Di Leuca
Otranto
Gallipoli
Lecce
Informazioni

DalAlPrezzo
08 dicembre 15 dicembre Non Disponibile
15 dicembre 22 dicembre Non Disponibile
22 dicembre 29 dicembre Non Disponibile
29 dicembre 06 gennaio Non Disponibile
06 gennaio 02 febbraio Non Disponibile
02 febbraio 02 marzo Non Disponibile
02 marzo 09 marzo Non Disponibile
09 marzo 30 marzo Non Disponibile
30 marzo 06 aprile Non Disponibile
06 aprile 20 aprile Non Disponibile
20 aprile 27 aprile Non Disponibile
27 aprile 04 maggio Non Disponibile
04 maggio 01 giugno Non Disponibile
01 giugno 08 giugno Non Disponibile
08 giugno 15 giugno Non Disponibile
15 giugno 22 giugno Non Disponibile
22 giugno 29 giugno Non Disponibile
29 giugno 06 luglio Non Disponibile
06 luglio 13 luglio Non Disponibile
13 luglio 20 luglio Non Disponibile
20 luglio 27 luglio Non Disponibile
27 luglio 03 agosto Non Disponibile
03 agosto 10 agosto Non Disponibile
10 agosto 17 agosto Non Disponibile
17 agosto 24 agosto Non Disponibile
24 agosto 31 agosto Non Disponibile
31 agosto 07 settembre Non Disponibile
07 settembre 14 settembre Non Disponibile
14 settembre 21 settembre Non Disponibile
21 settembre 28 settembre Non Disponibile
28 settembre 26 agosto Non Disponibile


Prenotazioni ed Informazioni






Fornendoci maggiori dettagli possibile sulle vostre necessità ci aiuterete a soddisfare al meglio i vostri desideri.
Sarete ricontattati al più presto.

















Barbarano del Capo,frazione di Morciano di Leuca,è un piccolo paese posizionato strategicamente nel cuore del basso Salento; in quanto tale consente di raggiungere con estrema facilità non solo i paesi limitrofi ma anche le marine ioniche, a ovest, e le marine adriatiche, a est.
Il nome ha origine probabilmente da “Barbari”, poichè il centro del paese è sorto dopo la distruzione dell'antichissima città di Vereto nel IX secolo d.C. da parte dei Saraceni, popoli nomadi provenienti per lo più dalla penisola araba.
Etimologicamente il suo nome sembra derivare dal latino 'murex',termine che indica un terreno roccioso e collinare; non a caso, il piccolo paese di Barbarano del Capo sorge a 130 metri sul livello del mare, precisamente nella vallata fra Serra Falitte, ad ovest, e Serra di Montesardo, a est che rendono così il suo territorio particolarmente pietroso e ricco di altopiani.
L’aspetto fortemente carsico di Barbarano del Capo è confermato dalla significativa nonchè suggestiva presenza delle Vore di Barbarano (la Vora grande e la Vora piccola), due cavità carsiche di forma ellittica profonde rispettivamente 35 e 25 metri. Esse distano 300 metri l’una dall’altra e il loro nome “Vora” deriva dalla forma dialettale del termine voragine, proprio a simboleggiarne la grossa apertura del terreno.

La sua piccola estensione, non esime Barbarano del Capo dalla presenza di tre interessanti opere architettoniche (La Chiesa madre di San Lorenzo, Il Santuario di Santa Maria di Leuca del Belvedere, Torre Capece) e dall’avvicendarsi di feste e ricorrenze.
La Chiesa Madre di San Lorenzo risale al XVI secolo ed è dedicata al patrono di Barbarano del Capo, San Lorenzo, onorato anche in paese notoriamente il 10 Agosto. La chiesa, situata al centro del paese, intreccia lo stile baracco delle lavorazioni interne, ad uno stile più moderno, quasi neoromantico, all’esterno.
Il Santuario di Santa Maria di Leuca del Belvedere invece, detto anche “Leuca Piccola”, rappresenta uno dei santuari più antichi del mondo. Costruito tra il XVII e il XVIII secolo, venne concepito come luogo di preghiera, di riposo e di riparo per tutti i pellegrini che intendevano raggiungere il Santuario de Finibus Terrae di Santa Maria di Leuca, distante da Barbarano circa 10 chilometri. La struttura è stata edificata internamente secondo uno stile rinascimentale, l’esterno è costituito da tre arcate sostenute da colonne doriche e attorno all’edificio si conservano intatte le pareti delle mangiatoie e della locanda, dalla quale è visibile su una lastra di pietra l’incisione delle 10 P che rinviano alla celebre e saggia massima “Parole Poco Pensate Portano Pena Perciò Prima Pensare Poi Parlare".
Torre Capece, infine è ciò che resta di un castello cinquecentesco costruito dalla ricca famiglia Capece. Ai suoi piedi restano anche parte dei locali adibiti ad alloggi e scuderie, sul cui ingresso si nota il leone rampante, simbolo della potenza e ricchezza della famiglia.

Attualmente, il Santuario di Santa Maria di Leuca del Belvedere è al centro di due ricorrenze molto attese nel paese: la festa e la fiera del Santuario,in onore di Maria che si festeggia il 1° Maggio, e la sagra delle 10P, a Luglio, oramai giunta a più di 10 edizioni.




#334